Eterni Ritorni (Eternal Returns, 2006, 7')

for violin. Commissioned and premiered by Stefan Milenkovich, New York 2006

PROGRAM NOTES

Eterni Ritorni (Eternal Returns) is a short and rather virtuosic piece for solo violin. The work starts with hectic and dissonant repeated patterns. It then evolves into a more relaxed and meditative section in the tradition of the sarabanda, and finally returns to the repeated patterns of the opening. As it is often the case with my music, the work includes a mixture of tonal and atonal moments, harsh, dissonant passages alternating and often coexisting with openly lyrical and expressive moments. The title alludes to the constant coming back of tonal memories, from the distant or near past, that keep "haunting", so to speak, my work. (Some may recognize, among other things, some slightly transformed passages from the Bach sarabandas for solo violin). The piece was commissioned by Stefan Milenkovic, to whom it is also dedicated.
PROGRAMMA DI SALA

Eterni Ritorni e' un lavoro di breve durata e dal carattere piuttosto virtuosistico, che si apre con delle figurazioni ritmiche furiose e dissonanti, per poi trasformarsi in una sezione piu' meditativa, nella tradizione della sarabanda. Il finale vede il ritorno delle figurazioni di apertura. Come spesso accade nel mio lavoro, lo sviluppo del pezzo si evolve attraverso la presenza di tonalita' ed atonalita', e passaggi dissonanti si susseguono, ed anzi spesso coesistono, con momenti dal carattere apertamente lirico ed espressivo. Il titolo allude al costante ritorno di memorie tonali che aleggiano, per cosi' dire, sul mio lavoro. (Il pezzo include, tra le altre cose, alcuni passaggi, piu' o meno trasformati, dalle sarabande per violino solo di J. S. Bach). Eterni Ritorni e' stato commissionato da Stefan Milenkovic, al quale e' anche dedicato.